Il Caffè Culturale si è presentato

Stampa

Il Caffè Culturale si è presentato

Scritto da Marco. Postato in Eventi precedenti

Giovedì 7 febbraio, l'associazione culturale senza scopo di lucro "Caffè Culturale", si è presentata al pubblico presso la libreria Libri al Centro dove ha sede. Sono intervenute persone del mondo della cultura, artisti, imprenditori svizzeri, autori ed ospiti internazionali per conoscere in anteprima gli obiettivi e le strategie dell'associazione.

Federico Nizzola è intervenuto sia come socio fondatore dell'associazione sia come Direttore della "Libri al Centro SA", anch'essa co-fondatrice e sostenitrice del Caffè Culturale. Non solo perché mette a disposizione i propri spazi, ma anche perché si è impegnata a dare il massimo supporto affinché le moderne librerie non siano solo luoghi destinati all'acquisto di libri, ma veri centri di scambio della cultura e vetrina per i giovani autori ed artisti.

Ecco il video integrale della serata:

Traendo spunto dai modelli anglosassoni e scandinavi, il Caffè Culturale vuole portare a Lugano un modello che altrove funziona da molti anni: il caffè culturale come luogo di incontro e di intrattenimento intelligente e piacevole. Bere un caffè, leggere un libro, ascoltare una poesia letta da un attore professionista, creare insieme una storia breve guidati da un autore in prima persona, ascoltare le note del violino alternate ai classici della letteratura, sono solo alcune attività che si svolgeranno nel Caffè Culturale. Marco Cassiano, presidente e co-fondatore dell'associazione, ha spiegato che il Caffè Culturale non si limiterà alle attività tradizionali dei caffè letterari, ma darà spazio ad altre forme di arte, svilupperà delle attività per bambini affinché imparino la creatività e la sappiano indirizzare in modo corretto, magari con l'aiuto dei genitori che potranno, anche loro, seguire delle attività formative per adulti accessibili e stimolanti. Pillole di cultura che si possono "gustare" anche all'ora di pranzo, magari assaggiando qualche specialità. A condizione, però, di essere soci attivi, requisito indispensabile per godere a pieno e gratuitamente di molte attività.

Creare, pensare, rappresentare, raccontare, condividere e conoscersi. Il Caffè Culturale è prima di tutto un luogo dove trovarsi e poi uno spazio per portare le idee, le vostre, e vederle vivere.

Mancava in Ticino un posto così aperto. Ed è stata proprio questa cultura della condivisione, per quanto possibile gratuita, che WIKIMEDIA Svizzera ha deciso di essere anch'essa socio fondatore, nella persona di Ilario Valdelli che la rappresenta in Ticino. Intervenuto personalmente alla serata, spiegando le ragioni ed i progetti che WIKIMEDIA ha in mente, non solo per le proprie attività di presentazione e divulgazione, ma anche per quelle che riguardano WIKIPEDIA, in particolare nelle scuole e nel campo della diffusione della multimedialità.

Anche se ufficiosamente, infatti, i soci del Caffè Culturale e WIKIMEDIA stanno lavorando ad un progetto audiovisivo che potrebbe rivoluzionare il modo di registrare il trascorrere del tempo dell'uomo e della sua terra. Una produzione documentale che potrebbe finire in Wikipedia e diventare la memoria permanente della nostra terra.

Ora però il Caffè Culturale si deve concentrare sulle piccole cose, accogliere nuovi soci sostenitori e attivi o anche solo simpatizzanti, e così trovare le risorse per finanziare giovani artisti ed autori, bandire concorsi a premi che promuovano la creatività e organizzare corsi gratuiti aperti a chi ha tanta voglia di imparare e di scoprire il mondo, bambino o adulto che sia.

Ufficio Stampa

Caffè Culturale

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Caffè Culturale sede operativa presso Sala Spazio Emozioni - Tamborini Vini - Via Serta 18, Lamone.
Sede Legale presso il Presidente: Marco Cassiano, Bedano - info (at) caffeculturale.ch - +41.79.922.36.75

Copyright © 2017 Associazione Caffè Culturale Lugano. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.